Scarpe Vegan

Calzature e accessori cruelty free

Gli oggetti, gli abiti, le scarpe, le nostre scelte alimentari sono elementi narrativi di noi stessi.
Quello che indossiamo e consumiamo ci racconta: veicolo del nostro pensiero e di come ci poniamo di fronte alle scelte che il mondo ci impone.
Da queste riflessioni nasce la scelta Vegan.
Anche le nostre produzioni, il nostro lavoro, come ci poniamo nei confronti degli altri sono codici che parlano di noi.
CamminaLeggero si propone di raccontare un'impostazione personale, che nasce dal desiderio di portare una cultura dei consumi diversa da quella tradizionale. Nello specifico, ripensare al concetto di "naturalità" legato alle materie prime che utilizziamo in ambito tessile, significa pensare che quanto abbiamo adottato per consuetudine durante i secoli passati (la lana per confezionare i maglioni, il cuoio per costruire le scarpe e accessori) oggi sono elementi inseriti in un processo di industrializzazione pesante, crudele e fortemente inquinante che non possiamo più sostenere. La scelta vegana è il risultato di un immediato dissenso verso tutto quanto implica lo sfruttamento animale, ma non solo. Boicottare un'industria che sfrutta pesantemente gli animali da allevamento per le proprie produzioni, è una scelta politica di tutela per l'ambiente in cui viviamo, di responsabilità verso il territorio e le sue risorse.
Pensiamo al dispendio di risorse idriche, al consumo di territorio, alla quantità di combustibile bruciato necessari per sostenere gli allevamenti destinati ai consumi umani. Il bilancio energetico per supportare questo tipo di industria è troppo alto. Siamo in un momento storico in cui possiamo e dobbiamo pensare ad un'alternativa. La soluzione più immediata è una riduzione personale dei consumi, orientandoci verso prodotti di qualità, che durino nel tempo, che non rispondano alla logica dell'"usa e getta". Dobbiamo cercare alternative, un modo nuovo di pensare ciò che indossiamo e mangiamo in un'ottica di sostenibilità e responsabilità.

Catalogo »